Come scegliere un buon forno a microonde?

By | 10/05/2017

Prezzo, funzioni, ingombro, potenza e consumi sono solo alcuni dei dettagli che è necessario valutare quando si decide di acquistare un forno a microonde. In commercio, ad oggi, ci sono così tanti modelli, tutti peraltro molto diversi tra loro, che scegliere il miglior forno a microonde, quello più adatto alle proprie esigenze può rivelarsi una vera e propria sfida. Si tratta, pertanto, di un acquisto da fare in maniera ragionata, senza farsi guidare dalla fretta o da altri fattori che potrebbero farvi optare per un apparecchio poco in linea con i vostri bisogni. È inutile portarsi a casa un forno a microonde avveniristico, ad esempio, se si ha poca dimestichezza con la tecnologia in generale, così come non avrebbe senso acquistarne uno base, di fortuna, se intendete utilizzarlo in sostituzione al forno tradizionale. Prima di decidere, quindi, provvedete ad analizzare le necessità della vostra famiglia.

Valutare lo spazio

Di forni a microonde, dicevamo, ce ne sono a bizzeffe: grandi, piccoli, medi, compatti, profondi e chi più ne ha più ne metta. Il primo fattore da tenere in considerazione prima di acquistarne uno, perciò, è lo spazio in cui s’intende collocarlo. Se il vostro piano di lavoro è spazioso sceglietene uno abbastanza capiente, come il Jet Cook di Whirlpool, così da poter scongelare o cuocere vari alimenti contemporaneamente. Nel caso in cui, invece, abbiate a disposizione solo una piccola nicchia, sceglietene uno compatto, come quelli della linea Max di Whirlpool. Le misure dei modelli in commercio spaziano dai 10 ai 30 litri, ragion per cui valutate attentamente le vostre esigenze: se avete in programma di utilizzarlo solo per scaldare il latte, ve ne basterà uno di dimensioni contenute, mentre con quelli combinati, piuttosto ingombranti, potrete addirittura preparare pranzi e cene completi.

Di quali funzioni hai bisogno?

Il forno a microonde, oggi, si è evoluto al punto tale da racchiudere in sé le funzioni di vari elettrodomestici: cuoce a vapore, dora i cibi con un risultato pari alla frittura, cuoce in maniera dietetica e così via. Alcuni modelli, poi, sono intelligenti, nel senso che sono capaci d’identificare il tipo di alimento e di cuocerlo nella maniera più appropriata. Senza dimenticare che stanno letteralmente spopolando quelli autopulenti. Sono finiti, quindi, i tempi in cui le microonde venivano sfruttate solo ed esclusivamente per lo scongelamento rapido. Oggi vi si può cucinare veramente di tutto e in meno della metà del tempo che s’impiegherebbe con un forno tradizionale. Tutte queste funzioni hanno solleticato la vostra curiosità? Il forno a microonde combinato è allora quello che fa al caso vostro, perché essendo provvisto di ventola e grill è un prezioso alleato in cucina.

I tre modelli più gettonati del momento

I forni a microonde Whirlpool sono senza ombra di dubbio tra i migliori in circolazione. Avendo dei prezzi piuttosto elevati, giustificati dalla presenza di varie funzioni, non sono, però, tra i più venduti. I consumatori preferiscono non spendere più di 150 euro, che è la cifra ritenuta più ragionevole per un elettrodomestico di questo tipo. Rientrano abbondantemente nel budget, i modelli Candy CMG 20 DW, Samsung MG23F302TAK e LG MB-4042 D, ottimi da un punto di vista del rapporto qualità-prezzo. Pur essendo piuttosto versatili, infatti, costano tra i 90 e i 140 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *