Come proteggere il tuo conto corrente online

By | 28/12/2016
proteggere il conto corrente

Nel 2016 è stata registrata una notevole preferenza per i Conti Correnti online, inaugurando così nella nostra penisola una tendenza che fino ad oggi aveva faticato a decollare. Appurati i sostanziali vantiggi di costo, semplicità, praticità e rendimento rispetto ai tradizionali Conti Correnti, lo strumento della Home Banking, secondo le stime, subirà un costante incremento negli anni a venire. Tuttavia, le perplessità più grandi che nel recente passato hanno ostacolato la crescita di questi prodotti finanziari erano legate al discorso della sicurezza. Non è un caso che nel momento in cui sono cresciute le misure di tutela e di protezione dei saldi dei Conti Correnti online è aumentato il ricorso a questi strumenti di risparmio.

Le misure adottate dalle banche sono diventate particolarmente soddisfacenti recentemente e, accostate a tutta una serie di accorgimenti che l’utente dovrà costantemente adottare, forniscono un sicurezza per la protezione del Conto Corrente online.

Sembra banale ma la cosa più importante è il controllo periodico del proprio saldo: nella sciagurata ipotesi in cui ci siano dei problemi, la tempestività di reazione è senza dubbio il rimedio più efficace. A tal proposito esiste la possibilità di essere sempre avvertiti tramite sms nel caso in cui ci sia una qualsiasi operazione in uscita sul proprio Conto Corrente.

L’accesso all’area riservata è la protezione più importante: è come l’accesso ad una fortezza, servono mura assai resistenti. La banca fornirà un codice cliente ed abbinato ad esse è necessario impostare una password (preferibilmente di elevata complessità). Inoltre, ogni operazione svolta dovrà avere un’ulteriore autorizzazione attraverso un codice fornito dai tecnologici dispositivi token (generatori elettronici di password temporanee valide per un solo accesso alla volta) o tramite sms sul cellulare.

Altre forme di accorgimento devono sempre adottate dall’utente ultilizzando sempre connessioni protette e proteggendo la navigazione con un buon antivirus. Un’attenzione particolare deve inoltre essere rivolta ai cosìdetti tentativi di “phishing” attraverso cui, con email fraudolente a nome della banca, si cercano di estorcere i dati di accesso alle aree protette.

Insomma le banche si sono dotate di efficienti sistemi di protezione per la sicurezza dei Conti Correnti online e, attraverso la combinazione di questi con l’accortezza e la prudenza del cliente, è possibile garantire un grado di difesa decisamente molto elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *